Azienda australiana che commercializza alghe Asparagopsis

algaeurope.org   Donne di alghe
Alga Asparagopsis

Alghe Asparagopsis che crescono nella fattoria marina di Sea Forest. Credito: i4Connect

Shan Goodwin riporta su QueenslandCountryLife .com.au che, nello stato insulare australiano della Tasmania, il produttore di alghe Sea Forest si autodefinisce il primo produttore commerciale al mondo di integratori alimentari di alghe Asparagopsis. (Sì, è l'alga che dimostra una massiccia riduzione delle emissioni di metano del bestiame.) L'azienda ha un vivaio che è il più grande contratto di locazione marina dell'Australia che coltiva il ceppo e un impianto di lavorazione che lo converte in prodotti facili da usare che riducono le emissioni di carbonio.

L'asparagopsis è endemica nelle acque australiane e neozelandesi e la sua crescente popolarità come componente chiave della sfida per la mitigazione del metano del bestiame sta generando da zero un'industria dell'acquacoltura completamente nuova. 

I dollari di investimento stanno fluendo nella Sea Forest. L'ultimo è un coinvestimento del governo federale di 675,000 dollari, a seguito dell'investimento di 50 milioni di dollari dell'azienda per aumentare la produzione.

La società ha raccolto $ 5 milioni all'inizio del 2020 e altri $ 34 milioni dagli investitori nell'aprile 2021. Il valore del capitale di Sea Forests oggi è di circa $ 55 milioni, con la prima fornitura commerciale di Asparagopsis prevista per l'inizio del 2022. 

Un'offerta di raccolta di capitali da parte di Sea Forest per espandere le operazioni di allevamento, raccolta e lavorazione del mare nel suo contratto di locazione del mare di 1,800 ettari è stata sottoscritta in eccesso, in segno di fiducia degli investitori.

"Dalla nostra prima azienda agricola abbiamo in programma di produrre 7,000 tonnellate all'anno di alghe per il bestiame, tagliando inizialmente le emissioni di carbonio dal bestiame di circa 400,000 tonnellate all'anno", ha affermato Sam Elsom, amministratore delegato di Sea Forest. "I governi e il settore privato stanno riconoscendo l'importante impatto che il metano ha sulle emissioni globali e stanno ora intervenendo per ridurne gli effetti attraverso investimenti tecnologici e l'acquisto di prodotti".

Il mercato mondiale delle alghe vale attualmente 11 miliardi di dollari e l'Australian Seaweed Institute prevede che il mercato australiano valga 100 milioni di dollari nel 2025 e 1.5 miliardi di dollari entro il 2040.

Sea Forest e lo sviluppo dell'Asparagopsis coltivata hanno avuto la loro genesi nel 2006 nella ricerca dell'Australian Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization (CSIRO), seguita dalla ricerca aggiuntiva del professor Rocky de Nys alla James Cook University. La ricerca ha individuato le proprietà dell'Asparagopsis per l'abbattimento del metano. La scienza è stata pubblicata e sottoposta a revisione paritaria, ma non si è capito come portare questo risultato di laboratorio alla coltivazione su larga scala. Questo è stato l'ostacolo che Sea Forest è stato creato per superare, utilizzando l'IP detenuto da CSIRO. 

Nel frattempo, l'interesse per l'azienda e la sua tecnologia sta crescendo a livello internazionale, soprattutto in luoghi come Stati Uniti e Paesi Bassi. Entrambi hanno grandi popolazioni di bovini e sono sotto pressione per affrontare l'impatto che stanno avendo sulle emissioni complessive di gas serra dei loro paesi.

Tutti i diritti riservati. Permesso richiesto per ristampare gli articoli nella loro interezza. Deve includere dichiarazione di copyright e collegamenti ipertestuali in tempo reale. Contatto editorial@algaeplanet.com. Algae Planet accetta manoscritti non richiesti a titolo oneroso e non si assume alcuna responsabilità per la validità delle affermazioni fatte nell'editoriale inviato.

pubblicità
Algametria Ad

Sottoscrivi