Tecnologia di sviluppo della generazione di alghe per affondare il Sargassum

  Alghe Europa dicembre 2022
Generazione di alghe

La cintura del Grande Sargassum nell'Atlantico centrale è in aumento dal 2009, provocando danni ecologici lungo le coste e le acque poco profonde dove si accumula.

SGenerazione di alghe, una start up britannica che affonda Sargassum nelle profondità oceaniche per la rimozione della CO₂ e la pulizia delle coste, ha raccolto 1 milione di dollari da AeraVC e Graph Ventures per scalare la sua tecnologia di rimozione del carbonio. L'azienda prevede di sviluppare la sua tecnologia AlgaRay (in attesa di brevetto), che intercetta e affonda l'invasivo Sargassum nelle profondità dell'oceano, prima che possa raggiungere le coste.

Il CEO di Seaweed Generation, Paddy Estridge, descrive l'AlgaRay come: "PacMan incontra un Roomba: l'AlgaRay mangia il Sargassum, quindi lo deposita nelle profondità dell'oceano".

Utilizzando il nuovo dispositivo di raccolta di Seaweed Generation, Sargasso viene raccolto dalla superficie del mare, impedendone lo sbarco e danneggiando l'ambiente. Una volta che AlgaRay ha un carico utile completo, il dispositivo si sposta in acque più profonde dove vengono rilasciate le alghe, prima di tornare in superficie per raccoglierne altre.

L'AlgaRay fa cadere Sargassum su acque con una profondità di 2000 m o superiore. Raggiunge questa profondità in poche ore, dove il carbonio che contiene rimarrà per centinaia o migliaia di anni.

Ogni AlgaRay a grandezza naturale sarà in grado di affondare l'equivalente di due tonnellate di CO₂ per goccia e fare quattro gocce all'ora. Ogni unità sarà in grado di rimuovere circa 8,000 tonnellate di CO₂ all'anno.

Ci sono circa 24 milioni di tonnellate di Sargassum che passano ogni anno attraverso la regione dei Caraibi, che rappresentano almeno quattro milioni di tonnellate di assorbimento di anidride carbonica.

Il Professor Mike Allen dell'Università di Exeter, Chief Science Officer di Seaweed Generation, lavora con Sargassum da sei anni. “Quando parliamo di rimozione del carbonio con le alghe, la maggior parte delle persone pensa che dobbiamo prima coltivare le alghe. Ma spinto dal cambiamento climatico e dal deflusso di nutrienti dalla terra, il Sargassum indesiderato è aumentato in modo esplosivo nell'ultimo decennio. Quando queste zattere invasive Sargassum vengono a terra, hanno un impatto sull'ecologia costiera e possono portare a significative conseguenze economiche negative.

“La cosa migliore di quello che stiamo facendo è che ha un duplice vantaggio: possiamo ridurre l'arenamento di Sargassum e rimuovere l'anidride carbonica allo stesso tempo. E possiamo farlo in un modo che è incredibilmente ben documentato per mostrare i suoi vantaggi e sostenere standard ambientali elevati”.

Seaweed Generation sta lavorando con i paesi dei Caraibi, dove l'innalzamento del livello del mare e gli eventi meteorologici più estremi sono aggravati dai milioni di tonnellate di alghe Sargassum che colpiscono le loro coste ogni anno, devastando il turismo e l'ecologia locali.

"Siamo in una crisi temporale piuttosto seria quando si tratta di cambiamenti climatici", ha affermato Estridge, "ma dobbiamo anche assicurarci di fare le cose per bene. La rimozione del carbonio con le alghe potrebbe davvero scalare, e possiamo farlo con la coltivazione, ma ci sono prima domande a cui è necessario rispondere. Sargassum ci offre un'incredibile opportunità per risolvere un problema noto, conducendo al contempo il monitoraggio, la segnalazione e la verifica di cui conosciamo le esigenze di rimozione del carbonio".

Tutti i diritti riservati. Permesso richiesto per ristampare gli articoli nella loro interezza. Deve includere dichiarazione di copyright e collegamenti ipertestuali in tempo reale. Contatto david@algaeplanet.com. Algae Planet accetta manoscritti non richiesti a titolo oneroso e non si assume alcuna responsabilità per la validità delle affermazioni fatte nell'editoriale inviato.

Agricoltura marinaAPAC
Algametria Ad

Sottoscrivi

Consiglio di lavoro per l'industria delle alghe
5° Mondo delle Alghe UE

Una guida per principianti